Siete in: Home arrow Circolari arrow Circolari 2008 arrow Regime fiscale dei minimi  
             
 
Menu principale
Home
Servizi
Moduli On-Line
Links
Glossario Aziendale
Circolari
Privacy
Disclaimer
Contattaci
Privacy e cookie
    Annuncio Pubblicitario    
   
Regime fiscale dei minimi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
venerdì 18 gennaio 2008
Con la presente Vi fornisco alcune informazioni sul nuovo regime semplificato per imprenditori previsto dalla finanziaria 2008. Premere leggi tutto per il dettaglio

OGGETTO: regime semplificato imprenditori 2008  

Con la presente Vi fornisco alcune informazioni sul nuovo regime semplificato per imprenditori previsto dalla finanziaria 2008, nonché le indicazioni del Ministero delle finanze dettate con la circolare 73/e del 21/12/2007. 

Condizioni di accesso al regime: dal 1° gennaio tutti coloro che rientrano nelle seguenti condizioni potranno avvalersi del regime, tenendo conto che sono anche abrogati i regimi semplificati dei contribuenti minimi in franchigia, delle attività marginali, dei “super-semplificati”;

-         volume d'affari realizzato nel 2007 non superiore a 30.000,00 euro

-         non avere effettuato operazioni di esportazione

-         non avere sostenuto spese per lavoro dipendente e/o  collaboratori.

-         Non avere acquistato nei tre anni antecedenti a quello di entrata nel regime, beni strumentali di valore complessivo superiore ad euro 15.000,00 ( quindicimila/00), nè avere sostenuto costi di locazione per immobili per valori supoeriori ad euro 15.000,00.

-         nb: in caso di inizio di attività i 30.000,00 vanno ragguagliati ad anno. 

 Il regime dei “ contribuenti minimi “ rappresenta il regime naturale per i soggetti che possiedono i requisiti, pertanto per i soggetti già operanti non occorre effettuare alcuna comunicazione né preventiva, né in sede di dichiarazione annuale; per quelli che iniziano l'attività dovrà invece essere  comunicato  nella dichiarazione di inizio attività mod AA9. 

Disapplicazione del regime: per opzione con validità di almeno un triennio, per legge al superamento dei minimi con effetto dall'anno successivo, se i limiti vengono superati di oltre il 50% con effetto dall'anno stesso. 

IVA: obbligo di fatturazione , di certificazione dei corrispettivi, di numerazione e conservazione delle fatture di acquisto, sulle fatture indicare  ” operazione effettuata ai sensi dell'art. 1, comma100, legge finanziaria per il 2008”. Il  regime in oggetto non prevede il diritto di rivalsa sugli acquisti, pertanto anche la fattura o lo scontrino non devono recare l'addebito dell'imposta.Nb: in caso di acquisti in “ reverse charge” obbligo di versare l'imposta sugli acquisti con cadenza mensile.Rettifica della detrazione: Per i beni acquistati nel triennio è necessario effettuare rettifica della detrazione iva ad eccezione dei beni di valore inferiore ad euro 516,46 .l'imposta in questione può essere versata in rata unica con scadenza 16/03/2008, ovvero in rate annuali successive entro il 16/06 n+1 etc.

IRAP: non assoggettabilità alla tassazione irap 

IRPEF: si paga un' imposta sostitutiva dell'irpef/iva/irap del 20% 

Studi di settore : il regime in oggetto non è soggetto agli studi di settore, nemmeno ai questionari sugli studi di settore.

Ritenuta d'acconto: per i professionisti è indispensabile applicare la ritenuta d'acconto del 20%, che potrà essere richiesta a rimborso od utilizzata in compensazione.

 INCASSI: è obbligatorio far confluire tutti gli incassi su un conto che non deve necessariamente essere utilizzato esclusivamente per l'attività, ma può avere uso promiscuo. Gli incassi ed i pagamenti possono essere effettuati in contanti solo se inferiori ai  limiti indicati di seguito, decorsi  i quali devono necessariamente essere effettuati con

 -         assegni bancari

-         assegni circolari

-         bonifici bancari

-         bancomat o pos

 

Limiti pagamento in contanti

sino al 30 giugno 2008                                                      € 1.000,00

dal 1° luglio 2008 al 30 giugno 2009                                 € 500,00

dal 1° luglio 2009                                                             € 100,00   

Criterio di determinazione del reddito: principio di CASSA, le spese ed i compensi contribuiranno a far parte del reddito non sulla base dell'emissione del documento , bensì sulla base dell'effettivo pagamento e/o incasso.

  

Deducibilità contributi ivs: ammessa anche per i collaboratori familiari a carico ex art 12 t.u.i.r.

 

Acconti 2008: vanno comunque versati acconti irpef sulla base della dichiarazione del 2007.

 

Sanzioni : è previsto un regime sanzionatorio aggravato per infedele dichiarazione delle condizioni per accedere al regime, ovvero se il maggior reddito accertato supera del 10% quello dichiarato.  In base ad una prima parziale ricognizione , risulta anche se la sua contabilità non è ancora aggiornata al 31/12/2007, che la vostra ditta possiede i requisiti per usufruire del regime in oggetto.Ricordando di fare avere al più presto la documentazione per la chiusura dell'anno, nell'immediato ricordo che l'emissione dei corrispettivi o fatture deve essere emessa senza iva, pertanto consiglio di prendere contatto urgentemente con lo studio, per stabilire le modalità operative. Resto a  disposizione per eventuali chiarimenti e per la verifica delle condizioni di accesso al regime .   

Vestone,li 28/12/2007 

Leali dr. Francesco

Ultimo aggiornamento ( giovedì 31 gennaio 2008 )
 
< Prec.
 
                 
  Cerca Nel Sito Web: